Per stare accanto ai ragazzi ho imparato a fare silenzio dentro di me per poter cogliere ogni segnale e ogni espressione che queste creature esprimono.
Essere accolta nella struttura mi ha arricchita di nuovi punti di vista e mi ha resa capace di un nuovo modo di relazionarmi con la vita. E’ qui che ho imparato ad amare al di là di quanto avrei potuto sperare.
Il Serafico è semplice da descrivere: accoglienza, ambiente sereno e – al centro di ogni cura – i ragazzi piccoli e indifesi.