CONTATTI
SEGUICI
Degenza semiresidenziale

Semiresidenziale

I pazienti vengono ospitati all’interno di due nuclei distinti: per l’età evolutiva e per giovani adulti20 posti per degenza diurna dalle 8,30 alle 16,30, dal lunedì al sabato dove vengono erogate prestazioni riabilitative ad elevata intensità sanitaria comprensive di riabilitazione psicoeducativa e socio-relazionale.

Gli ambienti e gli arredi del Centro di Riabilitazione sono stati adattati e, se necessario, creati su misura, resi accessibili e fruibili a tutti gli utenti al fine di stimolare e facilitare l’acquisizione di abilità di autonomia, indipendenza ed integrazione.

Al di fuori del proprio nucleo abitativo, l’utente può usufruire di ambienti attrezzati per svolgere attività riabilitativa-educativa e trattamenti specifici:

2 palestre
2 piscine, di cui una a fondo elevabile
locali per le terapie riabilitative,
laboratori: artigianale, ceramica, grafico-pittorico, musicale,
ambiente per le stimolazioni plurisensoriali,
stanza Snoezelen
ambulatorio odontoiatrico
infermeria
oratorio
parco sensoriale.

I percorsi e i collegamenti fra gli ambienti sono stati progettati con l’obiettivo di favorire e potenziare le autonomie e le capacità di movimento utilizzando materiali, per pavimenti e pareti, diversi per uniformità e colore; sono presenti corrimano, indizi tattili, acustici e olfattivi che permettono a tutti di comprendere larghezza, direzione, pendenza, prossimità di incroci e altre indicazioni.

Le prestazioni riabilitative e delle scelte terapeutiche erogate durante la degenza diurna sono definite all’interno del Progetto Riabilitativo-Educativo Individuale elaborato dall’équipe multidisciplinare in risposta a specifiche esigenze possono riguardare:

riabilitazione: neuromotoria, ortopedica e posturale;
idrokinesiterapia;
terapia occupazionale;
neuropsicomotricità;
Attività Fisica Adattata: attività sportiva, trekking, atletica, nuoto, spinning, bocce;

riabilitazione logopedica per: disturbi del linguaggio, comunicazione aumentativa alternativa, disturbi specifici e non specifici di apprendimento, terapia miofunzionale per i disturbi della deglutizione e della masticazione;
riabilitazione dei disturbi neuropsicologici e potenziamento cognitivo;
riabilitazione delle funzioni sensoriali: visive e visuo-spaziali con integrazione plurisensoriale, uditive, corporee basali e plurisensoriali (metodo Frohilich e Snoezelen), stimolazioni plurisensoriali in acqua;

musicoterapia;
interventi riabilitativi nell’area sensoriale e motorio-prassico con strumenti innovativi quali MyTobii e Neater Eater
attività educativa-riabilitativa laboratoriale: grafico-pittorico, artigianale, ceramica, mobilità e orientamento, educazione equestre, musicale, ortoterapia;
attività educativo-riabilitativo-assistenziale finalizzata a promuovere lo sviluppo di condotte di autonomia personale, psico-relazionali e socio-ambientale;
prestazioni specialistiche: fisiatra (consulenze per proposta ausili), neurologo, psichiatra, neuropsichiatra infantile, neurofisiopatologo, odontoiatra e nutrizionista;

prestazione di psicologia clinica e di counseling psicologico familiare;
nursing infermieristico-assistenziale;
Attività di Servizio Sociale: relazioni con le famiglie, segretariato sociale, rapporti con i servizi territoriali, attività ludico-ricreative;
servizio di cucina (menu stagionali e diete personalizzate).
Michela
Michela B., Assistente sociale e dipendente dal febbraio 2001
Qui abbiamo una grande responsabilità verso le famiglie dei nostri ragazzi, i tanti papà e mamme che con un grande atto di amore e di fiducia ci affidano i loro figli e in qualche modo tutta la loro vita. Ho imparato molto dai genitori dei nostri ragazzi: non arrendersi mai, ricercare strategie nuove, lottare per dare voce ai loro figli. E’ una lotta silenziosa e instancabile. Anche dei ragazzi stessi, sempre vogliosi di lavorare, di fare, di sperimentare. La disabilità dei nostri ragazzi è complessa, ed è impensabile riuscire a raggiungere degli obiettivi se non si lavora nella quotidianità seguendo le indicazioni dei diversi operatori della riabilitazione. Lavorare insieme arricchisce tutti noi operatori, il confronto e la condivisione ti aiutano a lavorare meglio. Anche per le famiglie questo presa in carico totale è di grande aiuto, si sentono capiti, supportati e non lasciati soli. Sono convinta che il nostro lavoro ha reso più sereni tantissimi genitori e meno invisibili i loro ragazzi.
 
tutte le testimonianze