CONTATTI
SEGUICI

CENTRO RICERCA INVITA

Specializzato nella Ricerca, Innovazione e Sviluppo nel campo della Riabilitazione 
per bambini e ragazzi con disabilità plurime

L’idea di dedicarsi alla ricerca è stata la naturale evoluzione dell’attività svolta all’interno del Serafico, dove ogni giorno, i tanti operatori, vivendo accanto ai ragazzi e alle loro famiglie, hanno pensato di dare una più forte speranza a tutti quei genitori che chiedono aiuto per comprendere e affrontare le malattie dei propri figli.

Il Centro è diventato in poco tempo Polo di eccellenza della Regione Umbria e grazie anche ad una specifica convenzione con l’Università di Perugia, condivide e sviluppa,  conoscenze  esperienze e opportunità e collaborare a beneficio della collettività, all’insegna della ricerca interdisciplinare, della progettualità e della formazione di qualità

Le aree di ricerca del Centro “InVita” del Serafico di Assisi sono  molteplici e coinvolgono tanti settori multidisciplinari,  come quelli delle patologie in ambito neurologico, dei disturbi in ambito psichiatrico e del neurosviluppo, di genetica medica, dell’area delle patologie urologiche e internistiche ed infine nel settore tecnologico.

SETTORI MULTIDISCIPLINARI

Da luglio 2017 il team di specialisti svolge attività di ricerca clinica sulla valutazione multidimensionale di soggetti con patologie del sistema nervoso. Il primo studio realizzato riguarda gli effetti della musica sulle crisi di soggetti con epilessia farmacoresistente.

I risultati dello studio, presentati alla “6th Cambridge International Conference on Mental Health 2017” di Cambridge, sono stati sorprendenti! Hanno dimostrato che poche note della sonata K 448 di Mozart, ascoltate ogni giorno per sei mesi, riducono di quasi il 21% la frequenza delle crisi. Il Centro di Ricerca InVita porterà avanti anche il secondo livello di indagine che contempla, nella metodologia, l’integrazione di esami strumentali quali la risonanza magnetica cerebrale ed EEG Holter.

Da ottobre  2018 è attivo il team di specialisti per un’attività di ricerca clinica centrata sulle strategie di gestione dei disturbi  neuropsichiatrici e  neurosviluppo.

A breve, sarà attivato anche uno specifico team per la ricerca sulla gestione dei disturbi dello spettro autistico attraverso un intervento che si avvale di Tecnologie Assistive:  sistema di realtà aumentata che permette all’utente, affiancato da operatori, di trasformare suoni e movimenti in input visivi offrendo un’esperienza di relazione e di integrazione senso-motoria.

L’attività è rivolta a definire al meglio gli aspetti clinici correlati. A tal proposito è stato presentato al Comitato Etico Regionale un progetto per uno studio pilota su “Genetica e disabilità intellettiva” che sarà svolto in collaborazione con l’SSD Neonatologia e Diagnostica Prenatale/CRR Genetica Medica dell’Azienda Ospedaliera di Perugia.

Lo studio in questo ambito riguarda l’incidenza delle disfunzioni neurovescicali. Quest’area di ricerca sarà seguita al Serafico da una specialista in urologia, dottoranda di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Biomediche, Sezione di Uro – Oncologia, in relazione alla convenzione in atto  con l’Università di Perugia.

A breve il Serafico metterà a disposizione del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione,  un assegno di ricerca per una giovane ricercatrice nell’ambito della psicologia clinica e dinamica per utenti con disturbi nell’ambito del neurosviluppo.

In collaborazione con l’Ospedale Bambino Gesù di Roma e’ in programma un’innovativa ricerca per valutare e migliorare la postura di bambini con patologie neurologiche.  

Il Serafico co-finanzierà il progetto che prevede la presenza di uno Specialista Fisiatra e di un Terapista della riabilitazione, presso il nostro Centro InVita.